Lotta al caporalato

Lotta al caporalato

Nelle campagne italiane lavorano migliaia di invisibili. Le vittime della tratta e del traffico di essere umani finiscono spesso a vivere in casolari isolati, o in veri e propri ghetti, senza relazioni con l'esterno e vittime dei caporali: una figura che pensavamo legata a un'epoca passata, e invece tornata drammaticamente alla ribalta a causa di leggi inadeguate, controlli inesistenti e dello scarso senso di responsabilità di una parte del mondo delle imprese.

La Masseria è un presidio in difesa dei diritti dei lavoratori e contro il caporalato, in un territorio dove purtroppo spesso i diritti di chi lavora vengono violati o calpestati. Sono tante le imprese che "fanno economia" sul costo del lavoro, una pratica inaccettabile perché fare questo, significa scaricare i costi sulla parte più debole. Un atteggiamento che diventa ancora più grave quando i lavoratori vengono ridotti in schiavitù, in quella condizione di "soggezione continuativa" che prefigura, appunto, le forme di schiavitù contemporanea, quale è il caporalato.

Tra le collaborazioni più forti e quotidiane con la Masseria c'è quella con la FLAI, la categoria della CGIL che organizza e rappresenta i lavoratori del settore agro-alimentare. La FLAI è stata protagonista del grande percorso, durato anni, che ha portato all'approvazione della legge 199/2016.

Citando Ivana Galli, Segretaria generale della FLAI CGIL "la possiamo definire una legge storica, che rappresenta la risposta dello Stato al degrado dei diritti e delle persone, al calpestio della dignità; uno Stato che si è riappropriato del proprio ruolo ed ha ristabilito il principio della legalità nelle campagne. Si sanciscono principi in apparenza semplici ma che rivendicavamo da anni: chi farà intermediazione illecita e sfruttamento sarà perseguito e punito con il carcere, con una pena da 5 a 8 anni di reclusione."

La battaglia contro il caporalato è scritta nel quindi nel DNA della Masseria Ferraioli, che già dai prossimi mesi offrirà un servizio di assistenza gratuito e costante ai lavoratori agricoli del territorio, diventando così un punto di riferimento e un fattore di sviluppo sociale per il vastissimo territorio agricolo a Nord di Napoli.

Logo Masseria Antonio Esposito Ferraioli
La Masseria Antonio Esposito Ferraioli nasce in un bene confiscato alla camorra ad Afragola.

I nostri contatti

Mail: info@masseriaferraioli.it

Search